Lavastoviglie, i miti da sfatare

Intorno alla lavastoviglie circolano consigli d’uso non sempre corretti, ad esempio una serie di falsi miti che andiamo a sfatare, uno per uno. Chi ha detto che usare più detersivo, ad esempio, sia sinonimo di stoviglie più pulite? La lavastoviglie va azionata a carico pieno, questo sì, per limitare anche i consumi, ma non è esagerando con la quantità di detersivo che si otterranno risultati più brillanti, basterà caricare l’elettrodomestico con la giusta dose, senza strafare. Altro luogo comune è che i piatti vanno risciacquati a mano prima di metterli nella lavastoviglie.

A parte il fatto che gli enzimi dei detersivi, preposti a un’azione pulente, agirebbero di meno trovandosi a tu per tu con stoviglie già lavate, è inutile sprecare acqua e fatica a lavare prima le stoviglie, ci sostituiremmo alla lavastoviglie che è fatta apposta per lavare. Inoltre se proprio i piatti sono incrostati di cibo basterà rimuovere la patina dei residui con un tovagliolo di carta senza perdere altro tempo, al resto ci penserà la lavastoviglie. C’è chi dice che è meglio usare l’aceto che il brillantante in commercio. A parte che il brillantante è già presente nelle tabs, l’uso prolungato dell’aceto al posto del brillantante potrebbe danneggiare le stoviglie, inoltre l’azione dell’aceto non è per nulla comparabile con quella del suo fac-simile in commercio, in quanto l’aceto naturale non lascia sulla superficie delle stoviglie quella patina su cui scivola l’acqua nella fase di lavaggio.

Altro falso mito è che un lavaggio manuale è meglio di quello con la lavastoviglie, anche questo è sbagliato, basti pensare che la lavastoviglie lavora a temperature elevate di 50-60 gradi durante il lavaggio e 70 gradi per il risciacquo, esercitando un’azione pulitrice e disinfettante che a mano non è possibile. Lavando i piatti a mano, poi, oltre alla fatica e alla perdita di tempo c’è uno spreco idriche nettamente superiore, ragion di più per delegare il compito alla lavastoviglie che utilizza non più di 10, 15 litri a ciclo. Se poi ci si sbriga per non sprecare acqua e tempo, di sicuro i piatti verranno lavati male, altro motivo per preferire la lavastoviglie. Per scegliere fra i migliori modelli sul mercato a prezzi competitivi si può cliccare su questo link: www.sceltalavastoviglie.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *